ccp. N. 99124141 intestato a CRCSSA ONLUS Centro Ricerca Cancro Senza Sperimentazione Animale iban IT52E0760101400000099124141

5x1000 al 95046220109 (C.F. CRCSSA)

O

direttamente sul conto del RIFUGIO- iban it12i0760101400000096000682 intestato a  PROGETTO NO-MACELLO Onlus  

5x1000 al 95112310107<( C.F. Progetto No-Macello)

Tutte le donazioni sono detraibili fiscalmente

Mandaci la tua e.mail per aggiornamenti in tempo reale!!per rimanere in contatto!

fare del bene aiuta a stare bene”” è uno dei nostri motti e ne siamo certi

un abbraccio forte a tutti da tutta la grande famiglia umana e non umana del CRCSSA Onlus e del PROGETTO NO-MACELLO Onlus

Vostra

Maria Grazia Barbieri   presidente nazionale mgbarbieri.posta@gmail.com

 

Lo studio, condotto dai ricercatori dell’Icahn School of Medicine di Mount Sinai (New York) e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) mostra che una dieta con alto contenuto di AGEs produce un aumento di pericolose proteine nel cervello e un danno alla funzione cognitiva: queste sostanze hanno la capacità di modificare i processi chimici cerebrali. Mangiare carne cotta a fuoco vivo (che sia in padella, sulla griglia o in forno) può far aumentare il rischio di demenza se, con questa si assorbono anche gli AGEs. Questi prodotti  possano far aumentare l’accumulo nel cervello di proteina beta amiloide, un noto marcatore per la malattia di Alzheimer e la demenza. La dott.ssa Helen Vlassara e colleghi già sapevano che gli AGEs sono prodotti naturalmente in piccole quantità nel nostro organismo, ma il sovrappiù viene assunto per mezzo della dieta e, in particolare, con la carne cotta. Ed è proprio il sovrappiù a poter creare dei problemi.La gran quantità di AGEs si trovano nei prodotti a base di carne, fritti, alla griglia o al forno, ma anche in prodotti lattiero-caseari che sono stati pastorizzati o sterilizzati. Il problema principale non è tanto l’assunzione di queste sostanze, ma l’accumulo, che con il tempo e l’età può promuovere l’infiammazione cronica nel corpo. E, come si sa, proprio l’infiammazione è implicata nei processi patologici e in malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.Sebbene i ricercatori ritengano siano necessari ulteriori e approfonditi studi sull’uomo, auspicano la necessità di ridurre i cibi ricchi di questi composti dannosi;  mangiare più alimenti a base vegetale è generalmente considerato augurabile se si vuole seguire una dieta più sana.


Segnalazioni maltrattamenti urgenze

CARABINIERI N.TEL.
112 o 113

CORPO FORESTALE DELLO STATO N.TEL.
151

CENTRO TUTELA FAUNA ESOTICA N.TEL.051/ 847600
Centro recupero e tutela animali esotici (anche tigri, leoni ecc..)


VIGILI DEL FUOCO N.TEL.
115

ATTENZIONE:per richiesta inserimento  contattare  crcssa@nomacello.org le notizie qui contenute sono prese da segnalazioni pervenuteci- per gli appelli in tempo reale rivolgetevi sempre alla M.L.   bollettinoanimalista@yahoogroups.com per non ricevere più la newsletter è sufficiente inviare  in qualsiasi momento una e.mail con scritto NO al crcssa@nomacello.org   per partecipare attivamente al forum -----grazie